News

Scegli il materiale giusto per la tua microfusione

Ci sono molti fattori che contribuiscono alla selezione del materiale di base.
Probabilmente il fattore più importante sarebbe la dimensione del nucleo e la complessità della geometria. Un altro fattore importante per la scelta del materiale dell’anima sarebbe il tasso di restringimento e la fonte degli utensili.

Il materiale utilizzato gioca un ruolo importante durante la colata; la stabilità termica, il contenuto iniziale di cristobalite e la porosità sono alcune proprietà importanti per ottenere i buoni risultati del metallo.
Salentec è in grado di eseguire diversi tipi di composizione per la solidificazione equiassiale o direzionale dei metalli.
Salentec utilizza diversi tipi di materie prime per eseguire materiali per anime in ceramica. Le anime in ceramica sono prodotte utilizzando un materiale ceramico poroso costituito da varie composizioni di silice, allumina e zircone. La composizione delle nostre miscele può essere adattata alle esigenze individuali del cliente.

Le composizioni Salentec offrono un’interazione minima tra l’anima e il metallo che verrà utilizzato nel processo di fusione. Il basso coefficiente di espansione termica assicura che il nucleo rimanga dimensionalmente stabile quando il metallo fuso toccherà il nucleo ceramico. La stabilità delle composizioni alle alte temperature è molto importante per produrre le nostre anime ceramiche con le tolleranze richieste dal cliente.

I materiali utilizzati per realizzare le nostre anime sono anche leggermente porosi; questa porosità semplifica il processo di lisciviazione da parte dei prodotti chimici, lasciando libera la cavità desiderata senza parti ceramiche residue.
Inoltre Salentec offre diversi servizi tecnologici a supporto dei propri clienti.
Il personale R&D si occupa di:

  • prototipi ceramici tramite lavorazione CNC e stampa 3D (FDM, STL, etc);
  • Progettazione e simulazione assistita da computer (CAD/FEM);
  • Analisi microstrutturale e morfologica per diffrazione dei raggi X, SEM, EDX, XRF.
  • Analisi termoanalitica;
  • Prove meccaniche e valutazione del creep fino a 1750°C.

Integrità dimensionale delle anime in ceramica a partire dagli utensili giusti

Ci sono molti fattori che influenzano i nuclei ceramici di alta qualità.
Uno dei più importanti è lo stampo utilizzato per conferire al nucleo la sua forma e integrità dimensionale.
Sia che Salentec utilizzi uno stampo trasferito o un nuovo stampo costruito con la nostra guida, puoi essere certo che disponiamo di sistemi e procedure in atto per mantenere i tuoi utensili altamente mantenuti e nelle migliori condizioni possibili.
La qualità della lavorazione è un punto importante per ottenere un’elevata qualità dimensionale del nucleo ceramico. Il nucleo è uno specchio dei difetti dimensionali degli utensili usati.

Salentec supporta i nostri clienti nella scelta di una matrice o della geometria degli utensili del giusto materiale, o suggerisce il rivestimento per indurire la superficie del metallo.
Sebbene il nostro processo e i nostri materiali producano nuclei ceramici molto stabili dimensionalmente, è spesso necessario utilizzare varie tecnologie di reforming. Progettiamo e utilizziamo processi di reforming che ci danno il massimo vantaggio dimensionale.
Salentec supporta il nostro cliente per il nuovo progetto di attrezzature speciali per ottimizzare la produzione di processo per diverse geometrie e forme. Salentec sceglie il modo giusto una matrice ben progettata, ben costruita e ben tenuta produrrà in modo più semplice ed efficiente le migliori anime in ceramica; tramite il supporto del modello 3D è possibile progettare la giusta attrezzatura.

Metodo di ispezione per i tuoi nuclei in ceramica: CMM o scanner di digitalizzazione 3D “luce blu”???

In che modo differiscono questi metodi di ispezione e quale o combinazione è più appropriata per fornire i dati desiderati???
I criteri per la scelta del metodo di ispezione per la verifica dell’integrità dimensionale di un’anima in ceramica utilizzata nella microfusione possono essere tanto vari quanto diverse sono le geometrie.
Ogni core design è diverso per forma, dimensione e complessità. Ci sono così tante variabili nella determinazione del metodo di ispezione e, poiché i diversi metodi producono informazioni diverse, il punto di partenza migliore sarebbe determinare i dati critici richiesti.

In qualità di ingegnere, potresti essere interessato a verificare lo spessore della parete del getto o un altro ingegnere potrebbe essere più interessato alla misurazione dimensionale della lunghezza di un’anima. Utilizzando la luce blu 3D è possibile misurare tutta la parte della componente superficiale, ma è necessario studiare strategia di misura e relativo problema ombra/luce.
Utilizzando invece il metodo CMM è possibile controllare tutti i punti di misura, ma è necessario più tempo per analizzare piccole superfici. In questo modo si dovrebbe avere la conformità di tutti i punti di misura ma in altri punti di deflessione immediata o di difetto dimensionale, con prodotti di qualità inferiore.

Salentec e il nostro cliente possono iniziare a determinare il metodo di ispezione più appropriato. L’ultima tecnologia offerta nel metodo “luce blu” 3D è il metodo di ispezione più completo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
error: Content is protected !!